CHI E IL "TERZO RESPONSABILE"
Terzo responsabile dell'impianto-calore: è un soggetto che deve essere in possesso di determinate capacita tecniche, economiche e organizzative.
E' obbligatorio, nel caso che la caldaietta sia unifamiliare e deve essere anche un tecnico abilitato ai sensi della legge 46 del 1990. In questo caso si identifica con il "manutentore" e non ha tra i suoi obblighi l'esercizio della caldaia, cioe l'accensione, lo spegnimento e la regolazione che sono gestiti direttamente da chi occupa la casa.
Per gli impianti con potenza superiore a 350 Kw (301 mila Kilocolorie/h), deve essere un soggetto ad elenchi europei equivalenti o accreditato da un ente di certificazione ai sensi delle norme di qualita En Iso della serie 9000, per la categoria di competenza.
Il suo nome deve essere riportato con evidenza sul libretto di impianto o sul libretto centrale prescritto; è unico per quel che riguarda l'esercizio, la manutenzione ordinaria e quella straordinaria di un impianto centralizzato, non e possibile cioè attribuire queste tre differenti funzioni a soggetti diversi.
PRINCIPALI ADEMPIMENTI DEL "TERZO RESPONSABILE"
1. Rispetto, per le caldaie oltre i 35 kw, dei periodi e degli orari di accensione. 2. Operazioni di manutenzione almeno una volta all'anno, normalmente all'inizio del periodo di riscaldamento, per le caldaie con potenza uguale o superiore a 35 Kw. 3. Ulteriore controllo , normalmente a meta del periodo di riscaldamento, del solo rendimento di combustione, per le caldaie con potenza uguale o superiore a 350 Kw. 4. Controllo bimestrale del consumo di acqua con lettura del contatore. 5. Controllo annuale, prima dell'accensione, del serbatoio di gasolio. 6. Controllo "interno" e quindi piu approfondito del serbatoio stesso, ogni cinque anni, smontando la caldaia stessa. 7. La pulizia della caldaia ogni volta che la temperatura dei fumi superi di 50 gradi centigradi quella rivelata a caldaia 8. Controllo bimestrale del rendimento di combustione percentuale con rilevamento dell'anidride carbonica prodotta per i combustibili gassosi (metano) e mediante l'indice Bacharach per i combustibili liquidi (gasolio). 9. Compilazione del libretto di impianto (caldaie fino a 35 kw) o del libretto caldaia (caldaie di potenza superiore). 10. Verifica dello stato delle coibentazioni. 11. Compilazione del modulo di verifica della manutenzione e della combustione che il proprietario puo inviare agli enti locali preposti (allegato H, Dpr 551/99).
LIBRETTO DI IMPIANTO E DI CENTRALE